OBSCURIA - Horror italiano - Halloween Edition

OBSCURIA - Horror italiano - Halloween Edition
AA.VV.

OBSCURIA - Horror italiano - Halloween Edition _______________________
Prezzo 14,00 Descrizione

Conoscete già le creature del male. 
Sapete come agiscono, in quale angoli oscuri dei vostri incubi si nascondono.
Siete pronti ad affrontarle, non avete paura.
Ma attenti, state per entrare in una dimensione plasmata dalle storie di 22 autori italiani tra i più esperti nel raccontare la paura.
State per entrare nel luogo dove l’impossibile è possibile.
State per entrare in Obscuria.
E forse non potrete più uscirne.

Autori:
Cristiana Astori, Danilo Arona, Andrea Carlo Cappi, Roberto Carboni, Marco Carosi, Alessandro Chiometti, Diego Collaveri, Stefano Di Marino, Federica Gaspari, Olga Gnecchi, Claudio Guerra, Andrea Guglielmino, Enrico Luceri, Sara Magnoli, Gianluca Morozzi, Fabio Mundadori, Luca Occhi, Catia Pieragostini, Biagio Proietti, Gianfranco Staltari, Simona Teodori, Giada Trebeschi

Primo capitolo

AMARANTO
di Andrea Carlo Cappi

 


1973
Veronica chiude la porta e tira un sospiro di sollievo.
Anche se tra due settimane ha un esame all’università, in queste sere d’estate non riesce a studiare rinchiusa nel suo minuscolo appartamento a Lambrate: in cortile circola poca aria e dall’unica finestra quasi non ne entra. Per questo esce con gli amici. Vanno al cinema, si fermano in un bar. Tirano tardi, tranne stasera: il temporale li ha indotti a rientrare subito dopo il film. Marco ha insistito per riaccompagnarla a casa in macchina: da viale Abruzzi la strada era lunga da fare, a piedi sotto l’acqua scrosciante.
In casa si soffoca, con la finestra che deve restare chiusa perché quando piove si allaga tutto. Ma Veronica ha ancora i brividi, non sa se per l’acqua che le ha impregnato camicetta e jeans mentre correva verso il portone e cercava le chiavi, o per il film che hanno visto stasera all’Amaranto, o per le avance di Marco, dal quale si è congedata più in fretta che poteva.
Le aveva chiesto di salire. “Te lo do io l’uccello dalle piume di cristallo”, le aveva detto, pensando di essere divertente. A Veronica non piacciono né lui né le sue battute. Né le è piaciuto il film: del resto, l’ha scelto Marco e l’ha imposto a tutti gli altri, anche se sa che lei non sopporta quelli che fanno paura. E non le è piaciuto neanche il cinema, vecchio, buio, con l’aria condizionata che funzionava sì e no. L’ha detto ad alta voce, uscendo, rivolta alla cassiera: “Ma che schifo di posto!” 
Veronica accende la luce e, mentre si sbottona la camicetta fradicia, guarda il suo monolocale in affitto: il tavolo per metà ingombro di libri, le due sedie, il letto sfatto, l’angolo cucina, l’armadio, tutto compresso in venti metri quadri. Sente un rumore nel bagno e sobbalza.
Apre la porta a soffietto. Dentro ci si muove appena, tra la doccia, il gabinetto e il lavabo. Scosta con timore la tendina di plastica. È caduto lo shampoo, chissà perché.
Di nuovo un rumore, stavolta dalla stanza.
Veronica si lascia fuggire un singhiozzo. Sembra che ci siano i fantasmi. Le viene in mente l’assassino del film di stasera. Che cosa vado a pensare... La porta era chiusa a chiave prima e lo è anche adesso, a doppia mandata, con le chiavi dentro. Anche l’unica finestra, che dà sul ballatoio, è chiusa bene oltre che protetta da sbarre. L’appartamento è così piccolo che non ci si può nascondere. L’armadio è troppo basso perché possa esserci dentro qualcuno, il letto poggia direttamente sul pavimento. Non c’è nessuno, si ripete Veronica.
Ecco cos’era quel rumore: nella stanza una pila di libri in equilibrio precario sul tavolo è finita sul pavimento. Ma perché cade tutto? Cosa succede? Un terremoto? No, la lampadina nuda appesa al soffitto è immobile. La ragazza raccoglie i volumi da terra, li rimette sul tavolo. Non li devo proprio vedere, certi film.
Qualcuno l’afferra alle spalle. Una mano le chiude la bocca, con forza. Veronica riesce a emettere solo un mugolio di terrore. Alla luce della lampadina vede balenare un paio di forbici lunghe e affilate, strette da una mano con un guanto lucido di pelle nera. Per un attimo prega in silenzio che sia uno scherzo di pessimo gusto organizzato da Marco, per vendicarsi di essere stato respinto.
Poi le forbici le si conficcano in gola.

Continua...

Specifications

  • Anno pubblicazione::
    2018
  • ISBN:
    978-88-6810-371-2
  • Pagine:
    315
  • Formato:
    14x20
  • Editore: Damster edizioni

Lascia un commento

Stai commentando come ospite.