JK - Memorie di un consigliere

JK - Memorie di un consigliere
Bepi Campana

Prezzo 16,00 Descrizione

Una piccola città padana. Un'amministrazione comunale saldamente in sella da più di cinquant'anni nella quale si avvertono i primi scricchiolii. Un ex sessantottino in preda a crescenti tendenze revisionistiche, ma ancora animato da un ingenuo spirito donchisciottesco, JK, che decide di impegnarsi in politica in prima persona. Un trionfo elettorale che lo porterà a sedere sui banchi del Consiglio Comunale abbandonandosi a pericolose ambizioni ed eccessive speranze di rinnovamento, fatalmente destinate a impantanarsi nelle acque basse della politica.

 

______________________________

In modo inaspettato e in un contesto che sembra tingersi di giallo, l'autore si trova alle prese con "le sparse memorie e le confuse elucubrazioni" di JK, ex-consigliere comunale di un'anonima "piccola città", scomparso in circostanze misteriose.
Un po' per amicizia e un po' per tentare di sciogliere l'enigma della sparizione, l'autore cerca di dare ordine ai materiali e scorrevolezza al racconto, tutto attraversato da una vena di socratica ironia che investe i numerosi personaggi messi in campo e che non risparmia nemmeno lo stesso JK, la cui forte inclinazione al moralismo non sembra sufficiente a salvarlo dalle meschinità tipiche della piccola città, o della natura umana.
Pagina dopo pagina, dalle memorie dell'ex- consigliere emerge un quadro allegorico di grande efficacia, dove una piccola folla di personaggi, rigorosamente anonimi, compare unicamente attraverso il relativo Ruolo o Carattere saliente per sottolineare che in questa storia senza (lieto) fine non ci sono precisi individui, ma "personae", maschere, sulla scena dell'italico tragicomico "teatrino della politica".


Con questo romanzo Bepi Campana mette in scena, con il tocco leggero dell'ironia e dell'autoironia, una commedia umana che sulle prime può sembrare un racconto paradossale o inverosimile, ma a ben guardare si presenta per quello che realmente è: il ritratto impietoso di una classe politica sempre meno votata alla cura della "res publica" e sempre più interessata a particolarismi, beghe di partito e tornaconti personali. Un affresco ­ o meglio un acquarello, per la leggerezza dei toni e per le allusive trasparenze ­ che con abili pennellate delinea il microcosmo di una piccola città padana che somiglia in modo inquietante al macrocosmo della realtà italiana.
Voltafaccia, opportunismi, sotterfugi, tic, colpi bassi, calcoli, meschinità: vizi capitali della politica portati alla ribalta in un ritratto semiserio, a tratti esilarante, di politici di ogni colore, tra le manovre dei quali si muove il protagonista assieme al suo bagaglio di dubbi, ingenuità e inutile indignazione.

Specifications

  • Anno pubblicazione::
    2010
  • ISBN:
    978-88-6509-063-3
  • Pagine:
    176
  • Formato:
    14x21 cm
  • Editore: Colombini Editore

Lascia un commento

Stai commentando come ospite.